Modalità dei “recuperi” degli studenti con profitto non sufficiente.

Apri il PDF

VERONA
Circ. n. 288/19/P Verona, 07/01/2019

Studenti e famiglie

OGGETTO: Modalità dei recuperi” degli studenti con profitto non sufficiente.
Come stabilito nel Collegio dei Docenti del 26 ottobre scorso e nella riunione
dei Coordinatori dei Dipartimenti il 3 dicembre,
I docenti:
 Individuano quanto prima gli studenti per i quali si rendono necessarie
attività di recupero;
 predispongono un piano di intervento in itinere” da svolgere in classe
per tutti gli studenti alla ripresa delle lezioni nel mese di gennaio (le
prime due settimane) anche coinvolgendo gli studenti più bravi per azioni
mirate di rinforzo;
 sollecitano (eventualmente) la partecipazione degli studenti per i quali si
rendesse necessario un altro intervento mirato alle attività di HELP (sia
quelli istituzionali dei docenti del potenziamento, sia altri help specifici in
base alla disponibilità del docente stesso e su richiesta di almeno 5
studenti);
 Organizzano un corso (eventualmente), tenuto dal docente stesso o da
altri previo accordo, da svolgere al termine dell’orario scolastico (dalle
14,00 alle 15,30) come attività di recupero” di 4/8 ore per non meno di
10 studenti, che si impegnano formalmente al parziale finanziamento con
un contributo spese di 5 euro all’ora da pagare a mezzo bollettino postale
(raccolto dal docente corsista all’inizio del recupero);
 al termine delle attività di recupero i Docenti della classe devono
somministrare prove di verifica (scritte oppure orali) del recupero a
tutti gli studenti risultati insufficienti allo scrutinio (utilizzabili come
elemento valutativo negli scrutini di fine anno scolastico)
IL DIRIGENTE SCOLASTICO
(Prof.ssa Anna Capasso)

Alle classi Via Bertoni via dello Zappatore
Librone ”
Atti Portineria 1° piano